Skip to main content

Di solito per spiegare cosa vuol dire essere un birrificio artigianale che utilizza la filiera corta si fa ricorso a numeri, leggi e statistiche. Tutte cose vere che sicuramente gli esperti sanno capire immediatamente. Ma secondo noi non è l’approccio giusto. I freddi dati non sono in grado di spiegare tutto il calore, l’amore e la passione che c’è dietro questo modo di produrre. Il punto centrale è proprio questo: non si tratta di fare birra in un modo piuttosto che in un altro. Si tratta di avere una visione del mondo e di voler portare la propria esperienza quotidiana nelle case di tutti.

Quando nel 2013 Maria Cristina e Matteo Minelli inaugurarono il birrificio sapevano di avere un tesoro immenso che volevano condividere con tutte le persone disposte ad accoglierlo: essere gualdesi. Non è semplicemente una questione di residenza, domicilio e di anagrafe. Essere gualdese significa nascere e crescere immerso nel verde. Ogni giorno i gualdesi quando si alzano sono circondati dalle bellezze che la natura mette loro a disposizione, dagli splendenti raggi di sole ai tanti ingredienti che crescono attorno alla città.

Chi ha il privilegio di vivere in un posto così bello che sembra uscito da un film, non può che partire da tutto questo per cominciare a produrre qualcosa di nuovo e innovativo. La filiera corta e il chilometro zero sono il pane quotidiano di Gualdo Tadino. Tecnicamente non sono la stessa cosa. Il chilometro zero fa riferimento all’area geografica in cui il prodotto nasce, mentre avere la filiera corta significa che la catena produttiva ha pochi passaggi. Abbiamo l’obiettivo di valorizzare al massimo quello che la natura mette a disposizione nel nostro territorio, per cui è stato spontaneo scegliere di seguire entrambe le strade. La conseguenza è che tutti i nostri prodotti hanno una qualitĂ  elevatissima che nessuno può provare a riprodurre. L’orzo viene coltivato e raccolto all’interno dell’azienda agricola di famiglia. Luppoli, lieviti e zucchero vengono acquistati esclusivamente da fornitori selezionati. Perfino l’acqua non è lasciata al caso: utilizziamo esclusivamente quella purissima che sgorga a ridosso dell’appennino gualdese.

Il nostro sogno è quello di portare la genuinità direttamente a casa delle persone, anche a chi vive a migliaia di chilometri di distanza. Per questo abbiamo deciso di essere un birrificio artigianale, indipendente umbro. Artigianale perché non pastorizziamo e non filtriamo la birra. Che senso avrebbe compiere queste operazioni industriali quando la materia prima che ci fornisce la natura è così straordinaria e ricca di sapori? Preferiamo di gran lunga rifermentare la birra in bottiglia con lo scopo di preservare al massimo le caratteristiche originali degli ingredienti, senza aggiungere additivi chimici o conservanti. Indipendente perché sia dal punto visto legale che economico siamo indipendenti da qualsiasi altro birrificio e non operiamo sotto licenza di un grande gruppo industriale. Umbro perché orgogliosamente portiamo alto il nome della nostra regione e delle sue meraviglie.

Per noi cruda e pura non è uno slogan, ma uno stile di vita.

 

Per non perderti nessuna novitĂ  sull’Universo Flea segui le nostre pagine Facebook e Instagram!

Leave a Reply

[]